Messaggio
  • Informativa Privacy

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per gestire l’autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando questo sito web, accetti che questi tipi di cookie vengano registrati sul tuo dispositivo.

    Visualizza l’informativa sulla Privacy

Stampa E-mail
Lunedì 15 Dicembre 2014 19:07
Domenica 14 dicembre, nel corso della Santa Messa della III Domenica di Avvento, celebrata da S.E. il Preleto dell’Ordine,Mons. Angelo Acerbi, nella Cappella Palatina della Casa dei Cavalieri di Rodi in Roma, S.E. il Venerando Gran Priore di Roma, Balì fra’ Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto, ha ricevuto nel Sovrano Ordine 19 nuovi membri.
Alla solenne cerimonia hanno preso parte il Gran Commendatore, S.E. il Ven. Balì fra’ Ludwig Hoffmann von Rumerstein, il Ven. Balì fra’ Gherardo Hercolani Fava Simonetti, il Cappelleano Capo del Gran Priorato, Mons. Natale Loda ed alcuni membri del Capitolo Gran Priorale.
La cerimonia delle Investiture è stata tradizionalmente preceduta sabato sera, dalla Veglia di Preghiera  alla quale sono intervenuti  il  S.E. il Gran Priore di Roma, il Cancelliere del Gran Priorato M.se Loredano Luciani Ranier e l’Assietnte Caritativo M. Andrea Nannerini che hanno spiegato il senso profondo dell’appartenenza all’ordine e il suo carisma di difesa della fede e di carità verso i più poveri e deboli specialmente se malati. Sono anche stati ricordati gli ultimi progetti caritativi del Gran Priorato incentrati sull’aiuto temporaneo e concreto ma finalizzato all’indipendenza degli individui bisognosi, per salvaguardare e restituire dignità.  La seconda parte della veglia, guidata dal Cappellano Capo del Gran Priorato, Mons. Natale Loda, il quale ha proposto una meditazione sul significato e sulla responsabilità dell’ Investitura che immette in un ordine religioso terziario a tutti gli effetti.

A seguire la benedizione dei mantelli delle Dame  e degli abiti da Chiesa dei Cavalieri.

In allegato l’elelnco degli investiti.