Messaggio
  • Informativa Privacy

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per gestire l’autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando questo sito web, accetti che questi tipi di cookie vengano registrati sul tuo dispositivo.

    Visualizza l’informativa sulla Privacy

L'Aquila: inaugurazione anno accademico Stampa E-mail
Giovedì 19 Novembre 2015 22:59
aquila mattarella 01Presso l'Università degli Studi di L'Aquila è stato inaugurato l'Anno Accademico alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il Reparto Operativo di Emergenza del Corpo Militare, con un nucleo sanitario specializzato in "Actions Rapid" di risposta sanitaria ha organizzato e gestito la cellula sanitaria prevista per il Presidente e per i VIP intervenuti alla manifestazione. E' stato allestito all'interno di un'aula del Blocco "zero" del polo didattico di Coppito, in prossimità dell'Aula Magna dove si è tenuto l'evento, un Posto Medico (Role 1) completamente attrezzato con 2 barelle rianimazione e due barelle osservazione, defibrillatori, ECG, 2 Monitors multiparametrici e 2 casse farmacia fornite di tutti i presidi terapeutici salvavita e per la gestione dei politraumatismi. aquila mattarella 02Il Nucleo operativo era composta da 4 Ufficiali Medici, un Ufficiale Commissario, 2 Sottufficiali Infermieri, e 4 soccorritori. La Rettrice Paola Inverardi si è complimentata con il personale del Corpo Militare per la rapidità e l'ottimo allestimento realizzato in pochissimo tempo; l'operatività è stata assicurata in circa 40 minuti dall'arrivo del Nucleo a Coppito, per esigenze di sicurezza, impiegando mezzi speciali per l'occasione assegnati della Forza Armata
 
Accordo Associazione Regionale Farmacisti Volontari e di Protezione Civile Puglia Stampa E-mail
Domenica 15 Novembre 2015 22:58
accordofarmacistiIl 16° Congresso AIMC (Associazione Italiana Medicina delle Catastrofi) svoltosi a Valenzano (BA) in occasione del quale il Comandante Colonnello Mario Fine ha tenuto una lectio magistralis sulla storia, l’organizzazione e le attività del Corpo Militare, ha fatto da cornice alla cerimonia di gemellaggio fra il Corpo stesso e l’Associazione Regionale Farmacisti Volontari e di Protezione Civile Puglia. Il protocollo di gemellaggio, firmato dal Colonnello Fine per il Corpo Militare e dalla Dott.ssa Lupoli, Presidente dell’Associazione, ha suggellato una collaborazione che di fatto esiste da qualche anno e che si è voluto definire con un atto formale. I firmatari dell’atto hanno sottolineato l’importanza di questo “passo” che consentirà al personale volontario delle rispettive organizzazioni il reciproco scambio di formazione e di esperienze, utile al fine di collaborare in piena sinergia nelle situazioni di emergenza.
 
Missione Umanitaria a Gibuti Stampa E-mail
Sabato 07 Novembre 2015 22:59
gibuti 01Una delle missione umanitarie più impegnative che il Corpo Militare ha portato a termine con successo in quest'ultimo anno è stata quella nella Repubblica di Gibuti nell'Africa orientale. Durante il suo corso sono stati realizzati diversi progetti umanitari ed in particolare: una donazione di pannolini da adulti per l'Ospedale di Balbala; una donazione di circa 6000 pannolini da neonato per l'orfanatrofio Pouponniere Daryel, una delle strutture principali di Gibuti che accoglie bambini orfani o abbandonati provenienti da tutto il Paese; una donazione di circa 6000 pannolini per donne distribuiti al poliambulatorio Houssenia e all'ospedale di Dar El Hanan, entrambi gli istituti specializzati nelle patologie che purtroppo affliggono le donne gibutine, facendo fronte alle carenze di materiale che risulta di difficile reperimento; gibuti 02una donazione di macchine da cucire e da ricamo per il Centre de Protection des Enfants che ha permesso l'allestimento di un laboratorio sartoriale per favorire il lavoro femminile, in questo progetto, oltre alla fornitura dei macchinari, sono stati organizzati dei corsi di formazione per l'utilizzo delle attrezzature; una donazione di 60 completi da calcio, trenta palloni, due porte da calcio per i bambini del villaggio di Demerjog per la seconda tappa del progetto internazionale “Stop war... play football”che prevede l'invio di materiale sportivo nei paesi maggiormente colpiti dalla guerra. Tutto questo è stato possibile grazie alla collaborazione della Cellula CIMIC della Base Militare Italiana in Gibuti e soprattutto del Comando Operativo Interforze.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 9 di 42