Messaggio
  • Informativa Privacy

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per gestire l’autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando questo sito web, accetti che questi tipi di cookie vengano registrati sul tuo dispositivo.

    Visualizza l’informativa sulla Privacy

Stampa E-mail
Giovedì 05 Ottobre 2017 12:02

SERATA AL ROTARY CLUB DI ALBANO LAZIALE

CONFERENZA DEL DELEGATO

Venerdì 29 settembre si è tenuta presso il Rotary Club di Albano Laziale “Alba Longa” la cena conviviale con conferenza dedicata alla Delegazione di Latium Vetus dell’Ordine di Malta.  Relatore della serata il Delegato M.se Carlo Incisa di Camerana che ha intrattenuto i convenuti presentando la nuova Delegazione e delineando la storia dell’Ordine di Malta dai suoi albori ai giorni nostri, con particolare attenzione allo sviluppo del sentimento cavalleresco e melitense in particolare.

Dopo l’aperitivo e l’inno italiano, europeo e rotariano, infatti, il Presidente del Distretto 2080 del Rotary Albano dott. Guglielmo Bernardi ha presentato il Delegato, il Consigliere di Latium Vetus P.pe Don Stefano Pignatelli di Cerchiara, e i loro ospiti Nob. Antonio Orlandi Contucci e dott. Paolo Gentilini (rinomato industriale nel settore biscottificio) entrambi accompagnati dalle gentili consorti, e il Nob. dott. Andrea Marini di Subiaco, noto giornalista del TGR Lazio e Responsabile delle Comunicazioni della Delegazione.

Il Delegato ha preso quindi la parola ed ha svolto la sua relazione di circa mezz’ora accompagnato dalla proiezione delle diapositive grafiche appositamente preparate.   Particolare rilievo è stato dato all’interno della ricostruzione storica a come i Cavalieri di Malta, una volta frati benedettini, si siano votati, ieri come oggi, pur nel mutamento delle situazioni politico-sociali, al sacrificio verso i più deboli nello spirito del carisma “Tuitio fidei et obsequium pauperum”.   Alle virtù del perfetto cavaliere, (come l’obbedienza ai propri superiori, la fedeltà alla parola data, la difesa dei più deboli e delle donne in pericolo), i Giovanniti hanno sempre associato

la cura dei malati, la difesa della fede e la carità cristiana.

Terminata la conferenza il Delegato ha risposto ad alcune domande e curiosità proposte dal gentile e folto pubblico sull’Ordine di Malta e in particolare sulla nuova Delegazione di Latium Vetus, che ha nel territorio di competenza anche l’area dove opera il Rotary Club di Albano.  Il Presidente ha quindi ringraziato il Delegato per la conferenza appena esposta e per suo tramite tutto l’Ordine di Malta, proponendo per il futuro nuove iniziative in comune nell’ambito delle opere assistenziali in favore di chi più soffre.  Il Presidente ha invitato il Delegato di Latium Vetus a presenziare alla prossima riunione dei Circoli Rotary che si terrà a novembre a Fiuggi in favore della lotta contro la poliomielite.

Il Delegato del Latium Vetus ha ringraziato a sua volta di cuore il Rotary Club di Albano Laziale per l’ospitalità, il gentile invito alla riunione di Fiuggi e l’interesse mostrato verso l’Ordine di Malta e in particolare verso il Latium Vetus, assicurando la propria disponibilità a prossime attività in sinergia.  Un breve brindisi ha suggellato la bella serata.