Messaggio
  • Informativa Privacy

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per gestire l’autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando questo sito web, accetti che questi tipi di cookie vengano registrati sul tuo dispositivo.

    Visualizza l’informativa sulla Privacy

Il mandorlo in fiore ad Agrigento Stampa E-mail
Martedì 14 Marzo 2017 15:38
L'attività di servizio svolta ad Agrigento in occasione della festa internazionale del “Mandorlo in Fiore”, coordinata dal Raggruppamento CISOM della Sicilia Occidentale, testimonia le sue grandi capacità organizzative.
La presenza di numerosi e qualificati volontari, comprendenti anche i cinofili, testimonia, ancora una volta, il senso di attaccamento al servizio in favore della popolazione, e l’alto grado di solidarietà nel condividere impegno e responsabilità.
Gli ottanta volontari provenienti da tutti i Gruppi della Sicilia, suddivisi fra medici, infermieri e logisti, hanno svolto il servizio con professionalità, in un contesto che ha visto una partecipazione estremamente folta sia di cittadini agrigentini che di turisti provenienti anche da paesi esteri, con un’area di potenziali interventi che dalla città si estendeva alla Valle dei Templi. Erano presenti infatti gruppi folkloristici locali e rappresentanze di numerose nazioni straniere.
L’organizzazione dell'assistenza sanitaria, programmata per l’evento, ha previsto due postazioni fisse e tre squadre di operatori sanitari, che si muovevano a piedi lungo il percorso della sfilata. Durante la giornata sono state assistite diverse persone, per problemi di salute fortunatamente tutti risolti. Il servizio dei volontari CISOM ha agevolato gli interventi direttamente sul posto, evitando di impegnare l’ambulanza come ambulatorio medico, destinandola così solo per il trasporto all’ospedale dei casi gravi.
Un particolare ringraziamento va rivolto al Caposezione CISOM di Agrigento, Dott. Paolo Scibetta, ispiratore dell’iniziativa ed ottimo coordinatore per i rapporti con le Istituzioni locali.
Altrettanto proficua è stata infine la collaborazione col Dott. Gerlando Fiorica, dirigente medico dell’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento, che si ringrazia per la sua continua presenza presso la postazione medica.
 
Inaugurato ambulatorio medico ad Acqua dei Corsari Stampa E-mail
Sabato 04 Marzo 2017 10:26
In data 2 marzo 2017 è stato inaugurato l’ambulatorio medico che il gruppo C.I.S.O.M. di Palermo ha organizzato presso i locali della Parrocchia SS. Crocifisso di Acqua dei Corsari e che sarà gestito dal personale volontario medico, paramedico e di supporto del C.I.S.O.M. È stato possibile dare realizzazione al progetto grazie alla disponibilità del parroco, Padre  Nnaemeka, e del Dott. Claudio Torre, responsabile sanitario del  C.I.S.O.M. Attraverso l’ambulatorio si intende fornire assistenza sanitaria e psicologica alle persone della comunità che vivono in condizioni fisiche ed economiche disagiate, che potranno così ricevere un’adeguata e qualificata consulenza medica, totalmente gratuita ed attenta ad un approccio multidisciplinare. Alla cerimonia di inaugurazione hanno partecipato il Parroco, Padre Nnaemeka, il delegato per la Sicilia Occidentale del Sovrano Militare Ordine di Malta, il Barone Vincenzo Calefati di Canalotti, il Capo Raggruppamento CISOM della Sicilia Occidentale Dott. Ing. Francesco La Rocca, i volontari addetti al servizio sanitario e numerosi parrocchiani.
Il Gran Priore Fra’ Luigi Naselli di Gela ha espresso per tramite del Delegato il suo vivo apprezzamento per la lodevole iniziativa assistenziale intrapresa, nel solco della secolare tradizione ospedaliera del nostro Ordine nel mondo.
Il servizio medico gestito dal C.I.S.O.M. (Corpo Italiano di Soccorso dell'Ordine di Malta) assicurerà la presenza del proprio personale medico e paramedico per due pomeriggi al mese. Gli specialisti attualmente disponibili sono un chirurgo, un cardiologo, un otorino, un fisiatra, un oncologo ed uno pneumologo. Saranno anche distribuiti gratuitamente, ove possibile, farmaci per la cura delle patologie riscontrate. Già il primo giorno di attività sono state visitate cinque persone, una delle quali dovrà sottoporsi ad accertamenti sanitari più approfonditi di tipo pneumologico. È previsto anche un centro di ascolto con la presenza di uno psicologo ed un'assistente sociale.
Il servizio è completamente gratuito e per il futuro potrà contare sull'ampliamento delle specialità mediche e della diagnostica strumentale. La parrocchia rappresenterà il punto di riferimento per fornire supporto agli assistiti.
 
150° Anniversario della fondazione dell’Associazione “Boccone del Povero” Stampa E-mail
Martedì 28 Febbraio 2017 12:23
Lunedì 27 febbraio S.E. Fra’ Luigi Naselli di Gela, Gran Priore di Napoli e Sicilia, è stato invitato dal Rev. Parroco Mons. Filippo Sarullo a presenziare nella Cattedrale di Palermo alla Santa Messa celebrata dal Rev. Padre Salvatore Fiumanò, Superiore Provinciale dei Missionari Servi dei Poveri, in occasione dell’esposizione dell’urna contenente le spoglie mortali del Beato Giacomo Cusmano.
Accompagnavano S.E. il Gran Priore il Delegato della Sicilia Occidentale, Barone Vincenzo Calefati di Canalotti, ed una rappresentanza di Cavalieri, Dame e Probandi.
La Sacra Funzione Eucaristica è stata concelebrata  dal Rev. Padre Fiumanò e dal Rev. Mons. Sarullo. Durante l’omelia il Rev. Padre Fiumanò si è soffermato sulla grande sensibilità alla sofferenza altrui che ha caratterizzato tutta la vita del Beato Cusmano, Quest’anno ricorre infatti il 150° anniversario della fondazione dell’Associazione “Boccone del Povero” che fu costituita proprio dal Beato Cusmano con l’intervento e l’approvazione dell’allora Arcivescovo di Palermo S.E. Rev.ma Mons. Giovan Battista Naselli di Gela, che volle essere prima medico e poi Sacerdote per consacrarsi totalmente a Dio nel servizio ai poveri ed agli ammalati. E proprio per aiutare i bisognosi Giacomo Cusmano diede vita il 21 febbraio 1867 all’Associazione “Boccone del Povero” con l’approvazione ed il sostegno pastorale e teologico dell’Arcivescovo di Palermo S.E. Rev.ma Mons. Giovan Battista Naselli e Montaperto dei Duchi di Gela, Principe di Ficarazzi e di Santa Caterina, il cui aiuto fu poi fondamentale anche per ottenere dal Santo Padre Papa Pio IX la benedizione e la definitiva approvazione canonica del il “Boccone del Povero”.
Al termine della Celebrazione Eucaristica il Rev. Mons. Sarullo ed il Rev. Padre Fiumanò hanno ringraziato per la partecipazione S.E. il Gran Priore ed il suo seguito e si sono intrattenuti con loro commentando anche l’opera pastorale di S.E. Rev.ma l’Arcivescovo Mons. Giovan Battista Naselli di Gela che, in anni storicamente e socialmente difficili per la città di Palermo, seppe riconoscere la santa vocazione del Beato Cusmano e promuovere quei valori fondanti del “Boccone del Povero”  - il servizio di Dio, degli ammalati e dei poveri – che, peraltro, sono pure parte del Carisma del Sovrano Militare Ordine di Malta. Quest’anno ricorre il 150° anniversario della fondazione dell’Associazione “Boccone del Povero”.
Infine S.E. il Gran Priore con il Delegato della Sicilia Occidentale ed il seguito di Cavalieri Dame e Probandi, hanno reso devoto omaggio all’urna con le spoglie del Beato Giacomo Cusmano ed al monumento funebre che nella Cattedrale di Palermo è dedicato a S.E. Rev.ma l’Arcivescovo Giovan Battista Naselli di Gela.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 65