Messaggio
  • Informativa Privacy

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per gestire l’autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando questo sito web, accetti che questi tipi di cookie vengano registrati sul tuo dispositivo.

    Visualizza l’informativa sulla Privacy

Solenne Santa Messa per la natività di San Giovanni Battista Stampa E-mail
Mercoledì 28 Giugno 2017 08:39
Nella XII Domenica del Tempo Ordinario, 25 giugno 2017, presso l’Antica Chiesa Madre in Massafra si è tenuta la tradizionale Santa Messa in onore di San Giovanni Battista, santo patrono del Sovrano Militare Ordine di Malta, di cui la Delegazione di Terra d’Otranto è la locale rappresentanza territoriale.
La celebrazione della S. Messa presieduta da Mons. Cosimo Damiano Fonseca, Cappellano Gran Croce Conventuale ad honorem della Delegazione, ha visto la partecipazione dei membri, dame e cavalieri, della Delegazione di Terra d’Otranto insieme ai volontari del Gruppo Taranto del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta (C.I.S.O.M.).
Nell’omelia Mons. Fonseca ha ricordato la figura profetica del Santo Patrono, San Giovanni Battista, l’unico Santo insieme alla Vergine Maria di cui si celebra anche il giorno dies natalis. Al Santo, denominato il Precursore poiché con l’azione profetica e la predicazione annuncia la venuta di Gesù, che ci addita la via del servizio ed ispirò il nostro fondatore Beato Gerardo, fu dedicato il primo ospedale del nostro ordine in Terra Santa, sorto quasi mille anni fa, per accogliere e curare i numerosi malati e pellegrini. L’assistenza e la cura dei Signori Malati è uno degli elementi fondamentali del Carisma melitense, che oggi, attraverso anche l’istituzione di reparti specializzati nel soccorso sanitario, continua a svolgere la preziosa attività umanitaria e di assistenza sanitaria in tutto il mondo onorando le intenzioni del fondatore dell’Ordine Beato Gerardo.
Prima della conclusione della Santa Messa, i volontari del CISOM hanno recitato la preghiera del Corpo, rinnovano la propria promessa di impegno e ricevendo da Mons. Fonseca la benedizione del “basco rosso”, copricapo segno distintivo in tutto il mondo.
Al termine della celebrazione eucaristica il delegato Conte Dott. Fabio Carducci Agustini dell’Antoglietta, ha rivolto un indirizzo di saluto a Mons. Fonseca, ai membri della Delegazione, ai volontari del CISOM e a tutti i convenuti per la festa del santo Patrono.




 
Una giornata a Taranto per i bambini di Chernobyl Stampa E-mail
Lunedì 26 Giugno 2017 08:31
L'Associazione "Progetto Chernobyl Carugate" e la Delegazione di Terra d'Otranto del Sovrano Militare Ordine di Malta insieme per un progetto a favore dei bambini provenienti dalle zone della Bielorussia contaminate dal disastro nucleare di Chernobyl. Nato nel 2001, il progetto dà a bambini di età compresa tra gli 8 e i 12 anni l’opportunità di trascorrere un mese lontano da zone ancora altamente radioattive, e consente loro grazie al clima marino e alla alimentazione con cibi non contaminati un più rapido washout del radionuclide Cesio 137 ed anche il rafforzamento delle difese immunitarie.
L'Associazione di Carugate ha chiesto la collaborazione della Delegazione S.M.O.M. per ospitare 14 bambini e 9 accompagnatori per una giornata a Taranto. Domenica 18 giugno il delegato dott. Fabio Carducci Agustini dell'Antoglietta ha ricevuto a Palazzo Ameglio i giovani ospiti bielorussi e ha confermato il pieno sostegno delegatizio al progetto: il prossimo anno la Delegazione ospiterà per una settimana un nuovo gruppo di bambini in una località marina ancora da individuare.
All'incontro tarantino del 18 giugno erano presenti pure la sig.ra Olga Dolgopolova, Console Generale della Bielorussia in Italia, e il dott. Fernando Morlino, presidente della "Associazione Progetto Chernobyl Carugate".
Il Delegato ha esortato tutti i presenti a sostenere il progetto, e ciò nel segno del più autentico spirito melitense: «aiutare è il nostro fine e la nostra missione!»


 
31 maggio 2017 – Palazzo Ameglio di Taranto: conferenza sulla Leadership Stampa E-mail
Sabato 03 Giugno 2017 11:10
Mercoledì 31 maggio 2017 a Palazzo Ameglio, sede della Delegazione di Terra d’Otranto del Sovrano Militare Ordine di Malta, l’ammiraglio di squadra Ermenegildo Ugazzi ha tenuto una conversazione sul tema: «Leadership: le caratteristiche del capo». Dal 2012 al 2015 Comandante in Capo del Dipartimento Militare Marittimo dello Ionio e del canale d’Otranto, a suggello di un servizio ultraquarantennale nella Marina Militare, l’ammiraglio Ugazzi è stato relatore quanto mai qualificato a trattare il tema dell’incontro, organizzato dal Lions Club Taranto Poseidon in collaborazione con la Delegazione di Terra d’Otranto del Sovrano Militare Ordine di Malta.
La manifestazione è stata aperta dal saluto del Delegato Granpriorale di Terra d’Otranto del S.M.O.M. Conte Dott. Fabio Carducci Agustini dell’Antoglietta, il quale ha ringraziato l’amm. Ugazzi, i Lions e tutti gli intervenuti. La parola è poi passata al presidente del Lions Club Taranto Poseidon, la prof.ssa José Minervini, che ha ricordato il suo personale rapporto con la locale Delegazione S.M.O.M., nonché il defunto conte Alberto Carducci Agustini dell’Antoglietta, già Delegato Granpriorale.
Quindi, l’intervento dell’amm. Ugazzi, che ha sottolineato come quella del comando sia una vera e propria arte, che scaturisce dall’intuizione, dalla creatività e da numerose qualità che possono essere sì naturali, ma che vanno ulteriormente coltivate e perfezionate: esse spaziano dall’intelligenza al carattere, dalla volontà al vigore fisico, morale e mentale. Comandare significa educare, istruire, guidare e agire, migliorando progressivamente non solo la condotta altrui ma anche la propria. Ovviamente, il relatore non ha tralasciato di fare riferimento a personaggi storici (tra gli altri Cesare, Napoleone, Nelson) e ha corroborato il suo dire anche con esemplificazioni tratte dalle sue personali esperienze. Il lungo applauso finale ha espresso l’apprezzamento dei presenti per l’articolata e densa riflessione dell’amm. Ugazzi.
Al termine, la presidente José Minervini ha annunziato una prossima iniziativa di raccolta fondi per il restauro dell’organo a canne della Chiesa delegatizia di San Michele in Taranto affidata alla Delegazione del Sovrano Militare Ordine di Malta.
È stata un serata stimolante incentrata su tema di sicuro rilievo umano e professionale e realizzata grazie alla sinergia di due istituzioni internazionali al servizio degli altri: l’Ordine Giovannita dalla storia più che millenaria e i Lions Clubs con radicamento a scala planetaria.



[ ciro urselli ]
 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 2