Messaggio
  • Informativa Privacy

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per gestire l’autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando questo sito web, accetti che questi tipi di cookie vengano registrati sul tuo dispositivo.

    Visualizza l’informativa sulla Privacy

Pellegrinaggio a Loreto 2012: testimonianze Stampa E-mail
Domenica 10 Marzo 2013 22:39
(tratto dalla Rivista SERVIRE del Gran Priorato di Roma, n. 79 IV Trimestre 2012)

Si è svolto nei giorni 26, 27, 28 ottobre il tradizionale pellegrinaggio  dell’Ordine presso la S. Casa di Loreto, guidato dal  S.A. Em.ma il Principe e Gran Maestro fra’ Mattew Festing accompagnato dal Gran Commendatore frà Carlo d'Ippolito. Erano inoltre presenti il Gran Priore di Roma frà Giacomo dalla Torre, il Ricevitore del Comun Tesoro marchese Gianluca Chiavari e vari altri  Cavalieri Professi. La partecipazione è stata numerosa al pari degli anni precedenti: in totale quasi 1530 presenti, dei quali 399 Sorelle e 510  Barellieri, insieme a 170 attivissimi giovani aiutanti, per assistere 226 malati.

Tra i momenti più intensi la processione di Domenica 28 ottobre conclusasi con la benedizione Eucaristica svoltasi all'aperto. Le sante Messe sono state presiedute rispettivamente: al sabato, da S.E. Rev.ma Mons Angelo Acerbi, Prelato dell’Ordine, e alla domenica dal Cardinalis Patronus, S.Em.za Rev.ma Paolo Sardi.

Al rientro dal Pellegrinaggio abbiamo ricevuto con preghiera di pubblicazione queste due testimonianze ricevute dal papà di Dario Auricchio e dalla mamma di Anna Guastafierro.

Invitiamo i lettori, che avranno il tempo e il desiderio di leggerle, ad …”assaporarle“ con attenzione per  custodirne il dono (grande ad avviso di chi scrive) che è stato tributato a tutti i membri e i volontari dell’Ordine di Malta, per l’esperienza di fede che hanno contribuito a far vivere con la loro appartenenza.

-------------------------------------------------------------------

Testimonianza inviataci da Antonio, papà di Dario Auricchio dopo il Pellegrinaggio a Loreto

Carissimo  Enrico,

ora ti scrivo una lettera di ringraziamento a nome di tutti i genitori dei bambini che hanno condiviso e partecipato a questo pellegrinaggio alla Casa della Madonna in modo che tu sai come farla avere alla sede principale del Vostro Ordine ed eventualmente metterla sul Vs sito e farla leggere anche a tutte le persone che conosciamo. Un abbraccio ed un bacio da Dario e Antonio Auricchio.

Noi genitori dei bimbi speciali, abbiamo avuto il piacere e la fortuna di conoscere voi "L'ORDINE DEI CAVALIERI DI MALTA". Solo il nome ti riempie di gioia.

Siete Meravigliosi, Fantastici ed ogni volta che ci incontriamo per noi è una sensazione grande perché ci donate Affetto, Sorrisi, Calore, ci Confortate, ci riempite di attenzioni, vi prendete cura dei nostri Angeli come vostri figli, ci scambiamo parole ed i nostri cuori si colmano di gioia,con l'aiuto del Nostro Signore Gesù trascorriamo con voi dei giorni felici in allegria.

I nostri Angeli dobbiamo Accudirli, Capirli a gesti, dai Movimenti, dagli Occhi e prestare tutte le attenzioni possibili.

Il Signore ad ognuno di noi ha dato una croce da portare avanti, come ha fatto lui sacrificandosi per tutti noi.

Il Signore ha scelto noi genitori speciali per prenderci cura dei nostri "Angeli" perché abbiamo Fede, Speranza, Pazienza, gli doniamo Affetto e Amore, cerchiamo di non fargli mancare nulla e di non farli sentire ne soli e ne diversi con le nostre attenzioni.

Durante il nostro cammino ci confrontiamo con tante realtà ognuna diversa e ci fa bene parlare tra di noi perché ci capiamo avendo chi più e chi meno qualche problema, e parlare anche con persone che lavorano con il Cuore e l'Amore.

La missione che voi svolgete è Fantastica. In questo Pellegrinaggio alla Casa della Madre di Loreto abbiamo visto anche tanti giovani stringersi intorno ai nostri figli regalandogli sorrisi, carezze e giocare insieme.

Di questo siamo rimasti molto colpiti ed entusiasti perchè nella nostra vita quotidiana son pochi quelli che regalano almeno un sorriso ai nostri figli, abbiamo sentito molto la presenza della Madonna vicino a noi e ci ha assistiti anche con il tempo viste le previsioni di pioggia, regalandoci tempo stabile.

Il tempo non è trascorso ma è volato e siamo rimasti attoniti e partecipi a tutte le funzioni religiose e pregare La Madonna ed il Signore di darci la salute e la forza di accudire i nostri Angeli.

Un grazie ed un Abbraccio grande quando è grande il mondo ve lo porgono i Bimbi Speciali e noi Genitori per tutto ciò che fate.

Un grazie al Gran Maestro, ai Gran Priori ed a tutto il Consiglio Magistrale.

Un grazie a tutte le Dame i Barellieri e Volontari per l'organizzazione, la preparazione, lo svolgimento,  l'attenzione e l'impegno che impiegano per far si che tutto si svolga in gran precisione e perfezione.

Un grazie, un abbraccio ed un bacio forte forte a tutti i bambini del Vostro Ordine che sono stati molto premurosi con noi e con i nostri figli.

Per questo Pellegrinaggio giunto al termine fantasticamente. Evviva   M A R I A, Evviva  G E S U'

Antonio Auricchio (papà di Dario)


-------------------------------------------------------------------

Testimonianza inviataci da Felicia Brancaccio, mamma di Anna Brancaccio, dopo il Pellegrinaggio a Loreto

Mi chiamo Felicia e sono mamma di una ragazza stupenda che si chiama Anna. Lei è stata male a causa di un incidente nell’agosto 2007 ed e stato faticoso superare tutto ciò.

Se non mi fossi aggrappata alla fede e al Signore, penso che  non c’è l’avrei fatta.

Quest’anno poi  abbiamo avuto  la fortuna di andare in pellegrinaggio con i Cavalieri di Malta  a maggio a Lourdes e successivamente il 26 ottobre alla Santa Casa di Loreto, Macerata.

Queste due  esperienze  bellissime piene di emozione  mi hanno arricchito , ho assaporato  il gusto  dello stare insieme e di dividere le stesse emozioni, siamo state contornate e coccolate dalle sorelle e dai barellieri volontari sempre pronti ad allungare una mano e a darci tanto sostegno sia morale che materiale. Ad ogni incontro un susseguirsi di “come vanno le cose, tutto bene?”, se avevamo bisogno di aiuto o di altro, disposti ad ascoltare e a confortare chi, come noi, avevamo  bisogno di una parola di conforto visto il nostro  vissuto.

Le giornate qui a  Loreto sono volate arrivate in pullman verso le 16.00 circa  ci hanno sistemate in  una camera accogliente, poi in Basilica. Alla S. Messa  già si respirava un aria sana,  “sana per lo spirito”: mi sentivo tranquilla e tra amici. Alle 19.00 ci hanno accompagnato al refettorio per cenare e successivamente c’è stata una processione “Via Lucis” in piazza,  poi tutti a nanna.

La mattina di sabato mia figlia che a casa mi fa tribolare per alzarsi la mattina, lì si e svegliata  prestissimo  perche lei come me sentiva questa grande carica dentro, questo senso si serenità e di voglia di fare  che avevamo già vissuto nel pellegrinaggio a Lourdes  .

Per le 7 eravamo fuori dalla stanza, nel corridoio trovammo già i i barellieri e le sorelle  pronti  per accompagnarci a fare colazione con gli altri. Mentre venivamo accompagnate da un barelliere che sempre sorridente le offriva il suo braccio, altre sorelle e barellieri volontari ci stavano sistemando la stanza.

Arrivate in mensa  venivamo accolte all’ingresso dai piccoli  “giovani aiutanti” ……non avrei parole per descrivere questi bambini di età dai 5 ai 16 pronti, disponibili ad aiutare il prossimo con un sorriso per tutti, anche essendo bambini, senza discriminazione per nessuno. Leggevo nei loro occhi solidarietà per chi  era stato “bastonato” dalla vita.

Entrate in refettorio c’erano le sorelle che ci servivano la colazione, tutte sempre sorridenti e disponibili.

Finita la colazione venimmo  accompagnate da un barelliere in Basilica per la S. Messa. Che dire delle cerimonia in Basilica, bellissima tanto che mi toccavano nel profondo e ho finito per piangere.

Finita la S. Messa siamo andate a visitare la Santa Casa…… un’emozione! Una casa in una Chiesa: bello anzi di più. Poi a fare un giro per godersi del panorama di quei luoghi e della bella giornata.

Dopo il pranzo alle 14.30 la grande foto di gruppo: esperienza bellissima tutti li per lasciare un segno del nostro pellegrinaggio anche se il mio “segno” lo avevo già ricevuto dentro di me subito dopo la Via Crucis Basilica.

Poi la cena e quindi a dormire.

Una chicca che non posso non raccontarvi:  la domenica mattina vengo svegliata da una sorella che entra in camera e con un enorme sorriso ci augura il buon giorno in quel momento il mio cuore si è colmato di gioia. Perché? Perché ho visto nei suoi occhi tanto amore verso me e mia figlia.

Alle ore 10.00 circa la Processione e la Benedizione Eucaristica:  una cerimonia coinvolgente.

Alle 12.00 abbiamo pranzato e poi siamo ripartiti, non prima di finire i saluti e gli abbracci alle persone che non venivano via con noi in pullman e che avevamo conosciuto  li o che conoscevamo già dal precedente pellegrinaggio a Lourdes.

Al ritorno tutti in pullman prima di arrivare a Roma; come all’andata c è stato il Santo Rosario guidato da don Natale Loda che ci ha accompagnato in questo Pellegrinaggio.

Detto ciò  voglio solo dire grazie a  tutti voi

Felicia e Anna Brancaccio

 
5°Crociera sul Tevere con gli ammalati seguiti dall'Ufficio Pellegrinaggi del Gran Priorato Stampa E-mail
Domenica 16 Settembre 2012 21:08

Sabato 15 settembre il Gran Priore di Roma, S.E. fra Giacomo dalla Torre del Tempio di Sanguinetto, è salpato insieme a 90 passeggeri tra malati e volontari, per la consueta crociera di ripresa delle attività dopo la pausa estiva.
Già al momento dell’imbarco per i tanti partecipanti la novità della crociera sul Tevere (da ponte Marconi sino al mare antistante l’Isola Sacra di Fiumicino e ritorno) ha dato il via alla della festa su una nave piena come non mai.

Leggi tutto...
 
Pellegrinaggio ad Assisi Stampa E-mail
Domenica 09 Settembre 2012 21:17
Il Pellegrinaggio ad Assisi della Veneranda Lingua d’Italia, da quest’anno il Pellegrinaggio del Gran Priorato di Roma, si è tenuto sabato 8 settembre in occasione della festa della Natività della B.V. Maria, guidato da S.E. Fra’ Carlo d’Ippolito, Gran Commendatore dell’Ordine e dal Gran Priore di Roma S.E. Balì Fra' Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto. Erano inoltre presenti il Delegato di Perugia Conte Luciano Valentini di Laviano, il Delegato di Pisa Marchese Antonio Mazzarosa Devincenzi Prini Aulla, il Delegato di Viterbo Colonnello Sandro Itro e il Delegato di Veroli Marchese Alessandro Bisleti.
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 8