Gran Priorato di Roma
Sovrano Militare Ordine di Malta

Piazza dei Cavalieri di Malta, 4
00153 - Roma - Italia
Tel. +39.06.5779193
Fax +39.06.5758351

segreteria@granprioratodiroma.org

 

IBAN
Gran Priorato di Roma
IT48K0335901600100000118944
bic: BCITITMX
Gran Priorato di Roma - Pellegrinaggi
IT53O0335901600100000118948
bic: BCITITMX

“STORIE DI DONNE” – Sabato 24 Novembre – ore 20.00 – Auditorium del Conservatorio “Licinio Refice” di Frosinone

Sarà un evento serale a contenuto artistico e culturale sincretico, dedicato alle donne ed organizzato presso l'Auditorium del Conservatorio "L. Refice" di Frosinone, diretto dal M° Alberto Giraldi, con proiezioni sul tema, confronti  riguardanti la valorizzazione della figura femminile nel contesto sociale (con ospiti provenienti dal mondo delle istituzioni, delle professioni, della cultura, dell'informazione e del volontariato), reading poetici a cura del direttore di doppiaggio Giovanni Brusatori e l'intervento di un gruppo orchestrale del Conservatorio "L. Refice" di Frosinone coordinato e diretto dal M° Gianluigi Zampieri, che accompagnerà i solisti che si alterneranno sul palcoscenico.

Ospiti musicali della serata saranno il M° Franco Micalizzi, noto compositore internazionale e direttore d'orchestra, che personalmente guiderà un arrangiamento studiato per l'occasione da “L'Ultima Neve di Primavera”, ed il M° Héctor Ulises Passarella, famoso in tutto il Mondo per il suo bandoneòn con il quale, nel 1996, contribuì all’assegnazione del Premio Oscar a Luis Bacalov per la miglior colonna sonora con il film “Il Postino”, che chiuderà  la serata insieme all'Orchestra del Conservatorio di Frosinone. Cammeo vocale femminile sarà l'interprete canora Pamela D'Amico, specializzata in repertorio di musica portoghese e brasiliana. 

La manifestazione sarà condotta dall'inviata RAI Camilla Nata, con la direzione artistica di Lisa Bernardini, pierre e Presidente dell' Associazione Culturale “Occhio dell'Arte”.

Sarà centrale l'accento posto nella serata contro la violenza femminile.

Come nell'edizione dello scorso anno, sarà centrale la mission di portare all'attenzione del pubblico e della comunicazione quelle donne, note o meno, che si sono distinte nel campo delle professioni e che, con abilità e dedizione, hanno saputo offrire un contributo rilevante alla società contemporanea. Per molti secoli, le donne sono state lontane dal mondo professionale, private della libertà di scelta e relegate in ambito domestico; oggi, con le loro abilità e le loro competenze, contribuiscono in maniera rilevante all'avanzamento dei saperi e delle conoscenze, apportando un arricchimento, oramai irrinunciabile, alle varie discipline. Nelle facoltà umanistiche, la predominanza delle donne è realtà da molti anni, ed, attualmente, anche gli indirizzi scientifici registrano un incremento esponenziale del numero di iscritte, future scienziate che, insieme alle future umaniste, contribuiranno a promuovere l'emancipazione del genere femminile in tutto il pianeta, affinché si realizzi una reale parità sul piano dei diritti. Non a caso, da quando le donne sono state impiegate nelle professioni, il progresso delle scienze umane e delle conoscenze scientifiche è stato inarrestabile e veloce. Quindi, donne del mondo dello spettacolo, imprenditrici, scrittrici, registe, attiviste e intellettuali.

“Storie di Donne” richiama il tema portante della manifestazione, che vuole essere uno straordinario tributo alle donne, a quell'universo femminile così variegato, fonte di ispirazione di innumerevoli capolavori artistici.

L'illustre madrina scelta per questa serata dedicata alla Donna e al Cinema internazionale sarà Maria Grazia Cucinotta, che ritirerà il premio prestigioso dal titolo “Evoluzione” realizzato dallo scultore Tonino Santeusanio, conferito dal Comune di Frosinone e dall'Associazione ”Occhio dell'Arte” in onore alla carriera professionale in cui si è distinta e che ha portato lustro al mondo femminile ed al nostro Paese.

La partecipazione all’evento è gratuita, ma è gradito un contributo libero a favore delle opere di carità della Delegazione di Veroli dell’Ordine di Malta.