Delegazione di Viterbo - Rieti
Sovrano Militare Ordine di Malta

Piazza Verdi, 4 - Palazzo Santoro
01100 - Viterbo - Italia
Tel./Fax 0761325758
delegazione.viterborieti@granprioratodiroma.org

segr.del.vt@ordinedimaltaitalia.org

Gli uffici di Segreteria sono aperti
alle relazioni esterne
il Mercoledì dalle 15:00 alle 18:00
il Giovedì     dalle 17.30 alle 19.00

La Delegazione di Viterbo-Rieti partecipa all’insediamento del nuovo Vescovo della Diocesi di Civitavecchia-Tarquinia S.E. Mons. Gianrico Ruzza

Un gran numero di fedeli, provenienti anche da Roma dove S.E. Mons. Gianrico Ruzza è nato e ha esercitato il suo ministero episcopale come Ausiliare nel Vicariato, ha preso parte alla significativa cerimonia organizzata dalla Chiesa locale e dal Comune per accogliere il neo Vescovo destinato da Papa Francesco alla Diocesi di Civitavecchia - Tarquinia.
Il Presule è arrivato alle 18 in Cattedrale, accompagnato dal parroco Mons. Cono Firringa, Cerimoniere episcopale e Cappellano dell'Ordine di Malta.
Di fronte alla chiesa era schierata, con le Autotità ed i vari Movimenti ecclesiali, una nutrita Rappresentanza di Cavalieri e Volontari della Sacra Religione, guidati dal Delegato Roberto Saccarello.
La manifestazione è proseguita all'interno della Cattedrale dedicata a S. Francesco d'Assisi, con le persone ammesse per le regole anti Covid, per il messaggio di saluto al Presule da parte dell'Amministratore Apostolico Mons. Luigi Marrucci e delle Autorita civili e militari.
Successivamente S.E. Mons. Ruzza ha presieduto al Forte Michelangelo la solenne liturgia eucaristica , durante la quale ha rivolto un commosso saluto alla Chiesa di Civitavecchia-Tarquinia. Con lui hanno concelebrato i Confratelli nell'episcopato del Lazio, tra cui il predecessore Mons. Luigi Marrucci, ed il vescovo di Viterbo Mons. Lino Fumagalli, Gran Croce Pro Piis Meritis dell'Ordine.
I volontari di Delegazione e del Cisom hanno offerto Un importante supporto per la buona riuscita della manifestazione, garantendo assistenza sia per il distanziamento sociale sia con la distribuzione di bottigliette d’acqua.