Messaggio
  • Informativa Privacy

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per gestire l’autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando questo sito web, accetti che questi tipi di cookie vengano registrati sul tuo dispositivo.

    Visualizza l’informativa sulla Privacy

Concluso in Italia il Campo estivo internazionale dell'Ordine di Malta Stampa E-mail
Lunedì 01 Agosto 2011 20:53

E’ la gioia il sentimento che si ha la sensazione di poter toccare, insieme alla grande voglia di vivere. Lasciandosi alle spalle la propria disabilità, almeno per una settimana.
Sono venuti da 23 diversi paesi gli oltre 500 ragazzi – di questi la metà disabili – che dal 23 al 30 luglio hanno preso parte alla 28a edizione del Campo estivo internazionale dell’Ordine di Malta. Ad alcuni è bastato percorrere pochi chilometri, ad altri come gli statunitensi o gli australiani è stato necessario un viaggio lungo e difficoltoso. A Lignano Sabbiadoro in una babele di colori e di lingue i partecipanti hanno vissuto una settimana di sfide sportive, scoperte culturali e di rinnovamento spirituale. Alle attività balneari, si sono alternate escursioni verso città d’arte come Venezia, Padova e Aquileia, momenti di svago e di preghiera. Il tutto è stato possibile dall’impegno di oltre 100 volontari italiani dell’Ordine di Malta, che hanno assicurano l’organizzazione e la gestione del campo. Il Gran Maestro dell’Ordine di Malta Fra’ Matthew Festing visitando il campo ha voluto incontrare e ringraziare i volontari “a voi tutti va il mio ringraziamento per il grande lavoro da voi fatto: quello che ho visto è semplicemente fantastico.” Il 27 luglio a Padova, alla presenza di tutti i partecipanti, il cardinale Paolo Sardi, Patrono dell’Ordine, ha celebrato la Santa Messa nella basilica di S. Antonio, insieme ai cappellani dell’Ordine presenti al campo. I Campi Estivi Internazionali per i disabili svoltisi negli ultimi 27 anni (i più recenti quelli in Austria 2008, in Spagna 2009, in Gran Bretagna 2010), rappresentano per i partecipanti un’eccellente opportunità e un’esperienza unica di servizio sociale. Il campo è anche una grande sfida: imparare a vivere insieme, a collaborare, a lavorare in team nonostante le barriere culturali, linguistiche e le difficoltà dovute alle diverse disabilità. Offre la possibilità di conoscersi e scambiare esperienze con i propri coetanei europei ed extraeuropei. Ad ospitare la prossima edizione del Campo Internazionale dell’Ordine di Malta nel 2012 sarà l’Ungheria. La gioia e la voglia di vivere saranno ancora una volta protagoniste.

 
Apertura della "Casa di Malta" a Tropea Stampa E-mail
Domenica 26 Giugno 2011 14:48
La "Casa di Malta", voluta dal Gran Priorato di Napoli e Sicilia e dalla Delegazione di Tropea, ha la finalità di ospitare gratuitamente pazienti in trattamento medico presso l’Oncologia medica dell’Ospedale di Tropea, provenienti da tutti i paesi della provincia di Vibo Valentia, in disagio per il viaggio ed il soggiorno. L’ospitalità è estesa al familiare accompagnatore. L'inaugurazione si terrà martedì 5 luglio alle ore 17,30 alla presenza del Delegato di Tropea, Nobile Antonio di Tocco e dei membri della Delegazione della stupenda cittadina calabrese.
 
Trapani, CARA (Centro accoglienza per i richiedenti asilo) Stampa E-mail
Giovedì 19 Maggio 2011 09:25
CARA (Centro accoglienza per i richiedenti asilo)Sabato 14 Maggio la Delegazione della Sicilia Occidentale guidata dal Delegato M.se Don Paolo de Gregorio ha consegnato indumenti e generi di prima necessità ai profughi ospitati nel CARA (centro accoglienza per i richiedenti asilo) di Trapani sbarcati sulle isole di Lampedusa e Pantelleria stremati dalla fatica e segnati dai rischi corsi in un lungo e pericoloso viaggio per terra e per mare dai paesi di provenienza ubicati nell'africa settentrionale e sub sahariana.
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 Succ. > Fine >>

Pagina 31 di 40