Incontro con S.E. Mons. Adriano Cevolotto, Vescovo di Piacenza-Bobbio.

Sabato 29 gennaio 2022 S.E. Mons. Adriano Cevolotto, Vescovo di Piacenza-Bobbio, assistito dal Parroco Don Francisco Bezerra Neto, Cappellano Magistrale dell’Ordine di Malta, ascritto alla Associazione Brasiliana, ha presieduto la celebrazione della Santa Messa prefestiva nella Chiesa Parrocchiale San Savino a Quarto di Gossolengo (PC), alla quale hanno preso parte, oltre ai volontari del Gruppo CISOM di Piacenza, coordinati dal Capo Gruppo Andrea Milano, i Membri dell’Ordine di Malta guidati dal Delegato Granpriorale Paolo Conforti, Cavaliere di Grazia e Devozione in Obbedienza, nonché ad una rappresentanza della neo costituita Unità Territoriale Emilia Romagna del Corpo Militare ACISMOM, guidata dal Maggiore Giuseppe Fabio Marcello Giudici, Responsabile dell’Unità stessa.

L’Unità Territoriale Emilia Romagna è stata costituita il 13 dicembre 2021 dal Comandante del Corpo Generale Direttore Capo del Personale ACISMOM Mario Fine. Il Corpo Militare dell’Associazione dei Cavalieri Italiani del Sovrano Militare Ordine di Malta (ACISMOM) è un Corpo Speciale Ausiliario dell’Esercito Italiano, il cui scopo istituzionale, giuridicamente sancito nella Convenzione che ne regolamenta il funzionamento, è quello di: “…cooperare con l’Esercito Italiano per lo svolgimento di attività di soccorso sanitario in circostanze di guerra, pubblica calamità e di emergenza, sia all’interno del territorio nazionale, sia nel corso di missioni umanitarie e per il mantenimento della pace al di fuori del territorio nazionale”. Il Corpo Militare svolge inoltre, autonomamente e sempre a titolo di volontariato e in forma gratuita, anche attività di tipo umanitario, sanitario e assistenziale in collaborazione con le altre strutture dell’Ordine di Malta, come, ad esempio, il servizio gratuito di assistenza sanitaria e interventi contro il COVID-19, in favore di famiglie economicamente disagiate, nonché attività di immediato soccorso sanitario ai migranti provenienti dall’Africa, svolta in alto mare a bordo dei pattugliatori della Guardia di Finanza e della Capitaneria di Porto di stanza a Lampedusa.

Gli intervenuti si sono successivamente intrattenuti con S.E. Mons. Adriano Cevolotto, al quale il Delegato Granpriorale ha assicurato piena collaborazione della Delegazione, sottolineando come la pandemia abbia di fatto creato momenti di stretta collaborazione fra le tre anime dell’Ordine di Malta, che, nel segno della croce ottagona, hanno costruito comuni progetti di solidarietà in numerose circostanze di sofferenza e di indigenza umana e spirituale.