Messaggio
  • Informativa Privacy

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per gestire l’autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando questo sito web, accetti che questi tipi di cookie vengano registrati sul tuo dispositivo.

    Visualizza l’informativa sulla Privacy

Discorso di S.A.E. il Gran Maestro Fra’ Matthew Festing al Corpo Diplomatico Stampa E-mail
Sabato 16 Gennaio 2016 12:40
altRiportiamo qui di seguito integralmente il discorso pronunciato dal Gran Maestro al Corpo Diplomatico accreditato presso il Sovrano Ordine di Malta.
"Sig. Decano, Eccellenze, Signore e Signori,
E’ con mio grande piacere che vi ricevo oggi nella Villa Magistrale per il tradizionale scambio di saluti all’inizio del Nuovo Anno. Desidero ringraziare il Decano del Corpo Diplomatico, l’Ambasciatore della Repubblica Ceca, Pavel Vosalik, per le sue gentili e importanti parole. Vorrei fare i miei auguri a lui, a tutti voi e, in particolare, agli Ambasciatori che hanno presentato le loro credenziali lo scorso anno e che partecipano per la prima volta a questa udienza. E’ con grande dispiacere che abbiamo appreso la notizia della morte dell’Ambasciatore Cubano e dell’Ambasciatore della Libera. Ricordiamo con gratitudine il loro sostengo e il loro contributo. Saranno nelle nostre preghiere.
Questa tradizionale e felice occasione di incontro è inserita, ancora una volta, nell’ambito di uno scenario internazionale molto preoccupante. Il dialogo, il fondamento della nostra missione, costruisce ponti di pace fra i popoli e i governi. Oggi quei ponti, una volta stabili, sono indeboliti da ostacoli di paura e sfiducia, amara eredità della nuova offensiva fondamentalista in molte parti del mondo. Come ho scritto nel messaggio di condoglianze che ho mandato al Presidente francese Hollande dopo gli attacchi a Parigi dello scorso novembre: “il terrorismo è un nemico dell’umanità ed una minaccia per l’intera comunità internazionale”. Durante l’attacco alla sala concerti del Bataclan l’Ordine di Malta ha risposto all’SOS della Prefettura di Parigi inviando immediatamente 40 soccorritori e 8 veicoli per prestare assistenza alle vittime. Dalla Francia al Mali, dal massacro in un centro per disabili in California al Medio Oriente straziato dalla guerra, stanno aumentando le dimensioni di questo conflitto.
Leggi tutto...
 
Concerto per il CISOM - Roma 26 Gennaio 2016 Stampa E-mail
Giovedì 07 Gennaio 2016 17:32
Dai giorni del Santo Natale il Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta (CISOM), continuando l’impegno nel Canale di Sicilia e a Lampedusa, ha intrapreso una nuova ed impegnativa missione di soccorso a bambini, donne e uomini che cercano di attraversare il Mare Egeo in cerca di una nuova vita lontana da guerra, carestie e violenze. Solo nell’ultimo anno sono stati oltre 700 i bambini morti in quel breve ma pericolosissimo tratto di mare. Il 31 dicembre scorso, Giada Bellanca e Antonella La Licata, medico e infermiere del CISOM a bordo di una nave della ONG MOAS, hanno strappato alla morte una bambina di pochi mesi, finita in mare dopo il rovesciamento del barcone su cui si trovava (http://lacittanuova.milano.corriere.it/2016/01/04/il-primo-bimbo-morto-in-mare-il-primo-neonato-salvato/?refresh_ce-cp ).
Questa operazione si affianca alle tantissime iniziative in Italia di interventi a seguito di calamità naturali (come a Benevento lo scorso ottobre, http://www.meteoweb.eu/2015/10/maltempo-campania-continua-il-lavoro-dei-volontari-della-protezione-civile/525395/ ) e di assistenza alle tante famiglie e persone bisognose di aiuti reali e immediati.
L’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, per contribuire a sostenere queste attività, ha offerto alcuni posti nell’ambito di un bellissimo concerto diretto dal Maestro Antonio Pappano il prossimo 26 gennaio 2016, alle ore 19,30 presso la sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica, in Via Pietro de Coubertin, 30, 00196 Roma.
Per sostenere tutte queste attività sarà sufficiente prenotare i vostri biglietti, con un’offerta libera a partire da 35 euro, alla mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. . Una nostra mail di risposta conterrà i dati necessari per effettuare il bonifico bancario.
Grazie, a nome di coloro che abbiamo aiutato e che aiuteremo.
La Direzione Nazionale del Corpo Italiano di Soccorso Ordine di Malta 
 
Messaggio di S.A.E. il Principe e Gran Maestro per il Natale Stampa E-mail
Giovedì 24 Dicembre 2015 11:21
Cari membri, volontari e amici dell’Ordine di Malta
abbiamo assistito ad un anno di grandi crisi nel mondo, con particolare preoccupazione per le migliaia di richiedenti asilo e di profughi che entrano in Europa dall’Africa, Asia e dal Medio Oriente: il più grande movimento di popoli dalla Seconda Guerra Mondiale.
L’Ordine di Malta è in prima linea per aiutare queste persone disperate fornendo in molti Paesi, assistenza medica e piscologica nei campi profughi, posti di pronto soccorso e strutture mediche grazie al sostegno delle nostre Associazioni, delle nostre ambasciate, delle organizzazioni ausiliarie e dei nostri volontari. In molti Paesi – Austria, Francia, Germania, Ungheria, Iraq, Italia, Libano, Pakistan, Sud Sudan, Turchia – l’Ordine ha offerto assistenza per mesi e, in alcuni casi, anni – fornendo medicinali, indumenti, cibo, un riparo, sostegno e assistenza sociale. Per questo gravoso impegno nei confronti dei bisognosi, rivolgo a tutti il mio sincero ringraziamento.
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 29