Messaggio
  • Informativa Privacy

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per gestire l’autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando questo sito web, accetti che questi tipi di cookie vengano registrati sul tuo dispositivo.

    Visualizza l’informativa sulla Privacy

Concluso il 55° Pellegrinaggio a Lourdes Stampa E-mail
Giovedì 09 Maggio 2013 07:28
Un sapore particolare ha avuto il 55° pellegrinaggio a Lourdes che si è tenuto nell'anno in cui l'Ordine ha festeggiato il 900° anniversario dalla promulgazione del Privilegio solenne con il quale Papa Pasquale II ha riconosciuto ufficialmente la comunità monastica degli Ospitalieri di San Giovanni di Gerusalemme.
Il pellegrinaggio ha visto una sentita partecipazione di barellieri e sorelle del Gran Priorato di Napoli e Sicilia. Più di 180 volontari hanno accompagnato 43 ammalati provenienti da tutte le Delegazioni. Molti di questi erano alla loro prima esperienza ma sono riusciti a integrarsi perfettamente nell'atmosfera che si respira a Lourdes, instaurando un rapporto speciale tra accompagnatore e ammalato, nonostante il poco tempo a disposizione. Hanno dimostrato di aver compreso a fondo le parole che il Gran Maestro Fra Andrew Bertie pronunciò davanti la Grotta di Massabielle qualche anno fa: “Il pellegrinaggio a Lourdes è una occasione importante per poterci occupare personalmente dei malati. Portare le barelle, pulire le corsie, preparare i pasti, curare i malati, pregare con loro, ascoltarli, qualunque sia la loro origine, la loro razza o la loro sofferenza. Vorrei rivolgermi in particolare a voi, giovani ragazze e ragazzi che avete scelto di servire i Nostri Signori Malati, ai piedi di Nostra Signora di Lourdes, insieme all’Ordine di Malta. Con la vostra gentilezza, la vostra attenzione, la vostra gioia, ma anche con la vostra serietà e la vostra fede restituite dignità a uomini e donne che soffrono, che dipendono dagli altri, che sono allo stremo delle forze”.
Leggi tutto...
 
ANNO DELLA FEDE: FEDE, RAGIONE E SERVIZIO AL PROSSIMO Stampa E-mail
Giovedì 02 Maggio 2013 21:30
L'Anno della Fede, indetto da Sua Santità Benedetto XVI e il rapporto tra Fede, ragione e servizio, è stato al centro del Convegno organizzato dal Gran Priorato di Napoli e Sicilia, il 27 Aprile, all'Hilton Palace di Sorrento, proseguendo una tradizione che va consolidandosi da vari anni nell'ambito delle iniziative culturali del Gran Priorato
Ospiti di S.E. il Gran Priore, Fra' Luigi Naselli di Gela, alla presenza del Ricevitore del Comun Tesoro, S.E. il Marchese Gian Luca Chiavari, sono intervenuti, quali illustri Relatori, il Rettore della Pontificia Università Lateranense S.E. L'Arcivescovo Mons. Enrico Dal Covolo, S.E. L'Arcivescovo Mons. Vincenzo Zani, Segretario della Congregazione per l'Educazione Cattolica, S.E. il Presidente di Sezione della Corte Suprema di Cassazione Dott. Aldo Fiale, l'Onorevole, Professoressa Paola Binetti, Deputata al Parlamento, S.E. Il Presidente del Tribunale di Sorveglianza di Napoli Dott. Carmine Antonio Esposito, il Prof. Nob. Francesco Amarelli, Ordinario di diritto romano presso l'Università Federico II di Napoli e docente presso l'Università Lateranense, il Nob. Prof. Andrea Pisani Massamormile docente di Diritto Commerciale presso l'Università l'Orientale di Napoli, Presidente della Banca Carime e Vice Cancelliere Gran Priorale.
L'argomento introdotto da S.E. il Gran Priore, Fra' Luigi Naselli di Gela, è stato via via sviluppato dagli illustri oratori intervenuti; le relazioni, tutte di grande spessore e chiarezza, coordinate dal Cancelliere Marchese Pres. Arturo Martucci di Scarfizzi, in qualità di moderatore, sono state seguite con grande attenzione ed interesse dai numerosissimi presenti. Un accorato invito perché il mondo, in una situazione di grande emergenza, si metta in cammino con forza e convinzione per uscire dai deserti spirituali e culturali per avvicinarsi, con la Fede, a Dio:  Fede che si trasmette alle nuove generazioni se la si accompagna con una quotidiana e convinta testimonianza di vita.
Questo, l'itinerario di vita del cattolico, l'impegno quotidiano per il cavaliere di Malta per il quale la difesa della Fede e il Servizio ai poveri sono priorità assolute. La Fede, la ragione e la scienza, se orientate alla ricerca della Verità, perseguono, anche se per vie diverse, lo stesso obiettivo.
Una giornata intensa, di grande spessore e qualità, che certamente ci ha reso migliori.
La sera antecedente il convegno, i relatori e 60 illustri ospiti hanno partecipato ad una cena di gala presso l'Hotel Hilton.
Accolti da un picchetto d'onore del Corpo Militare, numerose autorità Civili e Militari - tra le quali il Primo Presidente della Corte d'Appello di Napoli, S.E. Antonio Buopnajuto, S.E. Vitaliano Esposito, già Procuratore Generale presso la S.C. di Cassazione, il Segretario Generale del C.S.M. Presidente Visconti, l'Avvocato Generale della Repubblica, Presidente de Chiara, il Presidente di Sezione del Consiglio di Stato Prof. Maruotti, alti Ufficiali dei Carabinieri e altri rappresentanti delle istituzioni -  hanno assistito ai lavori del convegno e, poi, hanno preso parte ad una colazione nei saloni dell'Hotel Hilton insieme a numerosissimi Cavalieri e Dame dell'Ordine che avevano seguito con appassionato interesse i lavori della mattina.



 
Esercizi Spirituali, Santa domenica delle Palme e riti della Settimana Santa Stampa E-mail
Mercoledì 03 Aprile 2013 08:23

Il Gran Priorato si è preparato, come ogni anno, per le ricorrenze Pasquali ed ha celebrato i relativi riti liturgici con grande e intensa partecipazione di Cavalieri e Dame.
Nei giorni 20, 21 e 22 marzo le meditazioni Pasquali sono state tenute dal Cappellano Magistrale Padre Luigi Ortaglio ed hanno avuto per oggetto riflessioni sul tema della fede a cui è dedicato l'anno 2013.
Dopo tali meditazioni, a cui erano presenti molti membri dell'Ordine e coloro che stanno compiendo l'anno di formazione, è sempre seguita la celebrazione della S. Messa partecipata da tutti i numerosi presenti.
Il giorno 24 marzo si è svolta presso la Chiesa granpriorale la solenne celebrazione eucaristica con la distribuzione delle Palme benedette ai numerosissimi Cavalieri, Dame e Donati che hanno preso parte alla S. Messa presieduta dal Cappellano Magistrale Don Lino D'Onofrio.
In tale occasione , S.E. il Gran Priore, Fra' Luigi Naselli di Gela, ha rivolto un pensiero augurale a tutti i confratelli e a tutte le consorelle che sono poi stati invitati ad un sobrio scambio di auguri nelle sale del Gran Priorato. Il giovedì e il venerdì Santo si sono svolte le liturgie della S.Messa "in Coena Domini" e della Passione di N.S. Gesù Cristo. La domenica è stata celebrata la S. Pasqua di risurrezione.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 7 di 27