Gran Priorato di Roma
Sovrano Militare Ordine di Malta
Piazza dei Cavalieri di Malta, 4
00153 - Roma - Italia
Tel. +39.06.5779193
Fax +39.06.5758351

PER VISITE MEDICHE E 
QUESTIONI SANITARIE TEL: 06/655961

segreteria@granprioratodiroma.org

amministrazione@granprioratodiroma.org

comunicazioni@granprioratodiroma.org

IBAN
Gran Priorato di Roma: IT04G0306909606100000118944
Gran Priorato di Roma - Pellegrinaggi: IT09K0306909606100000118948

Saluto del Procuratore del Gran Priorato di Roma per le esequie di Sua Altezza Eminentissima

Fra’ Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto Principe e 80° Gran Maestro del Sovrano Militare Ordine di Malta

 Cari Confratelli e Consorelle, Donati e Donate, Volontari e Volontarie, 

 Il nostro compianto Gran Maestro, Fra’ Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto, verrà, domani 5 maggio, deposto nella cripta funeraria dei Gran Maestri dell’Ordine di Malta, nella Chiesa di Santa Maria del Priorato. La solenne cerimonia religiosa sarà presieduta da Sua Eminenza Reverendissima il Signor Cardinale Giovanni Angelo Becciu, Delegato Speciale del Santo Padre presso l’Ordine di Malta.

La chiesa dista pochi metri dalla sede del Gran Priorato di Roma all’Aventino, ciò che riveste un forte significato simbolico, essendo il Venerando Defunto stato a lungo Gran Priore di Roma prima di assurgere al vertice dell’Ordine. In effetti, in ogni parte del Gran Priorato permangono nei suoi confronti sentimenti di memore affetto e devozione.

Non vi è Delegazione del Gran Priorato che Egli non abbia più di una volta visitato lasciando un grato ricordo. Ovunque è vivo l’esempio della Sua profonda religiosità, del Suo spirito autenticamente caritatevole, della Sua spontanea umanità. E’ ritenuto un privilegio l’aver servito l’Ordine alle Sue dipendenze.

Anche durante i pellegrinaggi dell’Ordine, Fra’ Giacomo si intratteneva con cortesia e umanità con le tante persone che premevano per incontrarlo. Cercava di non sottrarsi mai a chi lo avvicinava, malgrado i numerosi impegni istituzionali ai quali doveva far fronte. A ciascuno riservava una parola di umanità, un incoraggiamento, spesso con sfumature di cordiale umorismo. Ne è memore chiunque abbia partecipato ai pellegrinaggi dell’Ordine di Malta: a Lourdes, a Loreto, ad Assisi, appuntamenti annuali che Egli si sforzava di non mancare.

Aggredito da una devastante malattia, il Gran Maestro Dalla Torre ha offerto, come ha sottolineato il Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, Sua Eminenza Reverendissima il Cardinale Bassetti, una luminosa testimonianza della fede che lo ha sempre guidato nel corso della sua operosa esistenza, in particolare negli anni in cui ha ricoperto la suprema carica dell’Ordine con la responsabilità di rappresentarne i valori nel grado più alto.

Il sepolcro dei Gran Maestri in Santa Maria del Priorato non è monumentale, come ci si potrebbe aspettare visto l’ambiente circostante, ridondante di sculture e di raffinati stucchi del Piranesi, splendidamente restaurati di recente, proprio per volontà del compianto Gran Maestro. Esso consiste in un pannello di marmo nel lastrico della chiesa, posto a copertura della discesa alla cripta sotterranea ove giacciono le spoglie di coloro che hanno preceduto Fra’ Giacomo alla guida dell’Ordine. Sul pannello è incisa la croce ottagona e poi: 

HEIC IN PACE QVIESCVNT MAGNI MAGISTRI HOSPITALIS S.JOHANNIS HIEROSOL.

Ivi egli verrà deposto e si potrebbe vedere, nella scarna sepoltura inserita in un contesto di elaborata ornamentazione, la metafora del tragitto melitense di Fra’ Giacomo, che ha saputo muoversi con semplicità e concretezza in un ambiente di antiche usanze e tradizioni, delle quali Egli d’altra parte non sottovalutava la valenza per l’identità dell’Ordine.

Semplicità e concretezza. Sono, queste, importanti qualità che hanno contraddistinto eminenti personaggi nella storia della Chiesa Cattolica, come ha sottolineato il Santo Padre Papa Francesco nella Sua omelia a Santa Marta, il 29 aprile u.s.

A queste doti l’illustre Defunto ha ispirato anche il Suo approccio alla riforma dell’Ordine, promossa e portata avanti con convinzione e continuità. In effetti, prima come Luogotenente di Gran Maestro e poi come Principe e Gran Maestro, Fra’ Giacomo Dalla Torre ha dato prova di grande capacità nel guidare l’Ordine di Malta con chiara visione, tracciando indirizzi ai quali ha dato seguito con determinazione e costanza, puntando sempre a favorire la coesione e l’unità d’intenti.

Negli ultimissimi tempi, come riconosciuto dal Presidente della Repubblica Italiana nel suo messaggio di condoglianze del 29 aprile, a fronte della drammatica diffusione del Covid-19, l’Ordine ha saputo, sotto la sapiente guida del Gran Maestro, agire con straordinaria generosità e venire rapidamente e concretamente incontro alle esigenze dei più deboli a livello globale.

Ringraziamo il Signore di avercelo donato e di averci fatto beneficiare del Suo esempio, della Sua guida e del Suo sostegno. Rimettendoci con umiltà alla volontà del Signore, accompagniamo in preghiera il ritorno alla Casa del Padre dell’anima del nostro caro Confratello. Che riposi in pace e possa intercedere in Cielo a favore del nostro Ordine, affinché sappia proseguire nella sua missione spirituale e caritativa e nel suo cammino di rinnovamento.   

Lo assistano la Beata Vergine del Fileremo, San Giovanni Battista, il Beato Gerardo e tutti gli altri Santi e Beati dell’Ordine.  Così sia.

Amedeo de Franchis