Visita si S.E. il Luogotenente di Gran Maestro Fra’ Giacomo dalla Torre del Tempio di Sanguinetto

È stato graditissimo ospite del Gran Priorato il Luogotenente di Gran Maestro Fra’ Giacomo dalla Torre del Tempio di Sanguinetto che ha voluto visitarne la sede - da cui mancava da molti anni - ed in particolare la Chiesa, apprezzando molto i lavori di manutenzione straordinaria che sono stati recentemente effettuati e che hanno ridato la dovuta dignità al fabbricato. S.E. il Luogotenente si è quindi intrattenuto lungamente con S.E. il Gran Priore in un cordiale ed articolato scambio di idee sulle opere caritative dell’Ordine.Il successivo primo ottobre, accompagnato da da S.E. il Grande Ospedaliere, da S.E. il Gran Priore e dal Cancelliere a i. del Gran Priorato, S.E. il Luogotenente ha partecipato - su invito di S.E. Mons Tommaso Caputo Arcivescovo Prelato di Pompei e Delegato Pontificio per il Santuario - alla celebrazione della Santa Messa seguita dalla Supplica in onore della Santissima Vergine di Pompei, alla quale ha anche partecipato un nutrito gruppo di Cavalieri e Dame guidato dal Delegato di Napoli.A conclusione della celebrazione religiosa S.E. il Luogotenente, accompagnato dal Gran Priore e dal Cancelliere a i. e Ricevitore granpriorale, ha visitato la mensa per bisognosi creata e gestita in Pompei dal Gran Priorato ove ha condiviso un sobrio pasto con gli assistiti. Qui S.E. il Luogotenente ha voluto rinnovare e confermare il suo vivissimo apprezzamento per l’attività e l’opera svolte dal Gran Priorato in favore dei più deboli in piena consonanza con gli scopi istituzionali dell’Ordine e dei suoi carismi della Tuitio fidei e dell’Obsequium Pauperum. Il Luogotenente è rimasto particolarmente colpito nell’apprendere che dall’inizio della operatività della Mensa (17 novembre 2014) e sino al 30 settembre scorso sono stati ivi distribuiti oltre 93.000 pasti; ed ha voluto altresì manifestare il suo vivo apprezzamento per l’opera della coordinatrice, del personale e dei volontari con i quali ha voluto cordialmente intrattenersi, facendosi anche fotografare con essi.