Delegazione di Sicilia Occidentale
Sovrano Militare Ordine di Malta

Palazzo Ajutamicristo
Via G. Garibaldi, 23
90133 Palermo

del.palermo@ordinedimaltanapoli.org

V GIORNATA MONDIALE DEI POVERI

Domenica 14 novembre si è tenuta la V Giornata Mondiale dei Poveri, indetta dal Santo Padre per la prima volta nel 2017. In un mondo lacerato da conflitti, nel quale l’egoistica ricerca senza limite della soddisfazione individuale lascia ferite profonde nei più deboli e nell’ambiente, e confina nell’isolamento dell’indifferenza intere popolazioni e strati della società, risuona l’invito di Papa Francesco a guardare a chi è vicino e ad aprirgli il cuore. Come ha infatti ricordato, solo attraverso la condivisione delle nostre debolezze e delle nostre povertà materiali e spirituali, è possibile trasformare esse stesse in vera ricchezza e rendere migliore il mondo.

I confratelli della Delegazione della Sicilia Occidentale hanno risposto con entusiasmo, offrendo aiuti in beni di prima necessità, prestando servizio nella preparazione dei pasti e nella loro distribuzione alla mensa che da anni la Delegazione sostiene ed organizza ogni mese presso i locali della Parrocchia della Madonna della Provvidenza, secondo i due carismi della Tuitio Fidei e dell’Obsequium Pauperum. Grande attenzione è stata posta a garantire in ogni caso il pieno rispetto delle norme e delle precauzioni sanitarie vigenti (limiti di presenza, scaglionamento, distanziamento, uso corretto dei DPI, sanificazione ambienti ed igienizzazione).

In questa giornata particolare l’attività caritativa è stata svolta in favore dei 223 Signori assistiti, che in numero sempre crescente frequentano la mensa: senza dimora e famiglie indigenti, anche di fede islamica, nei quali riconosciamo la presenza del Cristo sofferente. L’obiettivo è non solo di restituire loro dignità e di romperne l’isolamento, ma anche di portare una vera atmosfera di festa. Al pasto completo sono stati aggiunti dolci tipici della tradizione siciliana, distribuiti al termine della preghiera di ringraziamento e della benedizione con la recita della Preghiera del Cavaliere